Categorie

Counter

Medicina ayurvedica

Medicina ayurvedica

Torniamo a parlare di medicina ayurvedica e di alimentazione. Nella antica tradizione ayurvedica, il rapporto con il cibo ha sempre rappresentato un modo per mettersi in comunione con il mondo circostante e l’uso della carne è quasi nullo.

La medicina ayurvedica consiglia il consumo esclusivo di frutta e verdura.

Quindi star bene con frutta e verdura. Si può vivere tranquillamente, una giusta combinazione tra frutta e verdura, si può ottenere la combinazione ideale per l’apporto di microalimenti (sali minerali, proteine).
Nella medicina ayurvedica i microalimenti sono essenziali, apportano all’organismo tutti i principi nutritivi di cui si ha bisogno.

Salute e benessere, stato interiore più elevato per grandi e piccini.

Raggiungere un equilibrio di salute e benessere si può e la medicina ayurvedica da indicazioni precise e non implica necessariamente una dieta che potrebbe definirsi ferrea. nei più piccini il processo di nutrizione vegetariana in combinazione con i dettami ayurvedici, crescono sani, più vitali e anche con una massa muscolare maggiore, viene ridotta drasticamente la presenza di grassi e tossine nell’organismo.

L’importante è rispettare e soddisfare le esigenze del proprio organismo, cambia con i processi ayurvedici la consistenza di ciò che si mangia, ma non l’apporto di vitamine, proteine, antiossidanti….

Capacità di autontrollo, efficienza mentale, disponibilità nei confronti del prossimo: questi gli effetti di una dieta ayurvedica, senza carne. In perfetta forma ed in salute se sotto controllo della medicina ayurvedica.

 

Terapie spirituali con il bergamotto

Terapie spirituali col bergamotto.

Conoscenza e terapie spirituali, l’olio di bergamotto per preventive, soluzione terapeutica e riabilitativa dei sentimenti, delle emozioni, degli stati d’animo positivi, cosi come dei sogni, degli obiettivi e delle convinzioni potenzianti, che, spesso, curano anche più dei farmaci. Continue reading Terapie spirituali con il bergamotto

Pranayama nello yoga

SIGNIFICATO DI PRANAYAMA NELLO YOGA

PRANAYAMA, la vita inizia con un inspiro e, finisce con un espiro.

Il respiro, una legge universale che non fa distinzioni di sesso, età o colore della pelle.

Secondo uno dei più autorevoli testi di Hatha Yoga, gli Yoga Sutra di Patanjali, il pranayama costituisce uno degli otto anga, ovvero stadi o “membra” dello yoga. Continue reading Pranayama nello yoga

Il nopal del ficodindia

Il Nopal del ficodindia.
La salute personale è il frutto di sani stili di vita, l’alimentazione quanto l’attività fisica o la meditazione. Le discipline olistiche, la naturopatia sostengono l’obiettivo della salute personale. la scelta dei prodotti per l’alimentazione è una parte del trattamento naturale di tutta la persona.

Una terapia naturale con apporto di fibre per l’organismo può avvenire con Cladodine, un prodotto assolutamente naturale, dalle pale di fico d’india con altissima concentrazione di fibre, utilissimo per un concreto apporto alla dieta vegana. http://www.cladodine.it 

Altro prodotto – Nopal del ficodindia – senza fibre è il Nopaline,  Nopal di ficodindia,  è il trattamento naturale più utilizzato per ridurre lo zucchero nel sangue nel diabete di tipo 2, il Nopaline fornisce 17 aminoacidi e otto di essi sono essenziali per la costituzione del corpo umano, utilissimo per contrastare la stipsi e i problemi legati al tratto intestinale.
Il Nopaline Può essere utilizzato sempre, mescolando e introducendo diversi sapori da bevande aromatizzate, il liquido di base.  Il risultato è la creazione di succhi tonici e pura alchimia. http://www.nopaline.it

Fattoria in autosufficienza

La fattoria in autosufficienza è spesso identificata in una organizzazione più o meno numerosa che della attività sociale ha come indirizzo principale la convivenza, l’autogestione, lo scambio culturale, la ricerca spirituale,  la condivisione di risorse, il riuso, riciclo ed il risparmio energetico.

Fattoria Terre di Favaco, centro olistico in Calabria.

Ricercatore spiritualeLa fattoria non ha solo attività agricole, ma anche allevamenti pur avendo tra i frequentatori la quasi totalità di soggetti vegetariani e vegani. E’ il caso della Fattoria Terre di Favaco, in Calabria. Finalizzata alla autosufficienza, ha a disposizione strutture sparse nei 35.000 metri quadri di terreno a disposizione dei soci. Si effettua l’allevamento, l’agricoltura biodinamica e progettazioni di elementi per la sostenibilità ed il risparmio energetico. Si persegue lo sviluppo di attività produttive etiche ed eco-sostenibili capaci di sviluppare un nuovo modello economico armonico con il mercato e rapporto di lavoro in economia solidale.

Ampi e vari sono gli indirizzi delle attività olistiche, si effettuano corsi specifici e riunioni per scambio di esperienze e condivisione.

Effettuare una permanenza più o meno lunga nella Fattoria Terre di Favaco è possibile, per informazioni potete contattare il numero 0964 732888. Visitate il sito Terre di Favaco

veterinario olistico

Veterinario olistico in Italia.

Il campo della medicina in Italia e non solo è estremamente ortodosso, tutto viene classificato, introdotto e canalizzato verso dettami che sono da archivi storici. Tuttavia qualcosa in questa attività che risulta stantia nella applicazione e non nella ricerca, sta cambiando.

La medicina alternativa e non convenzionale sta assumendo una forma che non è solo di tendenza, cresce la consapevolezza e la necessità di attuare azioni con medicine alternative, specie in casi estremi dove la medicina convenzionale finisce il suo corso.

Il veterinario olistico è un medico che ha percorso tutto il percorso classico di dottorato in veterinaria, ma ha integrato la sua formazione con stage e master in medicina alternativa, integrata e di fitoterapia.

L’approccio con un medico non convenzionale veterinari è per sua natura differente rispetto a quello che ha assimilato in università.

medicina integrata

Medicina integrata

In questi ultimi anni si sta sempre più ponendo all’attenzione pubblica  l’ambito delle cosiddette Medicine Complementari (non convenzionali), in passato definite anche alternative. La medicina integrata non è una novità assoluta: promuove un dialogo proficuo fra le discipline olistiche e la medicina accademica, che non sono antagoniste bensì complementari. Due facce, quindi, di una stessa medaglia che hanno ragione di coesistere nella complementarietà e integrazione.

La Medicina ha cercato di affermarsi sempre più come scienza del dato obiettivo, trascurando un po’ il “dato” subiettivo della persona che porta il disagio. Nel  fare questo  l’analisi si è spostata sempre più in profondità dall’organismo, all’organo, alla cellula fino alle particelle subcellulari e oltre. Tutto questo è una grande conquista di valore inestimabile e non ripudiabile.

Sono sempre più numerosi gli ospedali pubblici che promuovono progetti e studi, con programmi attuativi di medicina integrata su pazienti, spesso in reparti oncologici. I progetti sono spesso legati a nuovi approcci e scoperte di sostanze che hanno origine naturale, la quale estrazione e fruizione spesso ha costi accessibili per i pazienti e non legati a multinazionali della medicina.

La medicina integrata porta medici e tecnici a occuparsi ancor più da vicino di informazione e di formazione nell’ambito della medicina intesa come approccio al paziente nella sua totalità: un approccio che intende portare all’attenzione di tutti i medici, senza escludere nessuno ma in un’ottica assolutamente allargata con approcci terapeutici che vanno a completare e quindi ad integrare quelli più tradizionali, dei quali spesso completano l’efficacia.

Medicina Integrata, un percorso culturale già da tempo intrapreso, un punto di riferimento sinergico per quanti si occupano di trattamenti, terapie, prevenzione primaria ed educazione a nuovi e più sani stili di vita.

Il cardine della medicina integrata è che nell’unione della medicina convenzionale, con diverse terapie complementari, con corretta dietologia e l’inserimento dell’importante bagaglio di nutraceutici oggi a disposizione, trova un moderno e razionale fondamento largamente condiviso.

Ecovillaggi, vacanza green

Ecovillaggi, vacanza green.

Una vacanza negli ecovillaggi rappresenta una esperienza unica, spesso le proposte in Italia e nel mondo sono alternative e con aspetti da percorso spirituale. Gli ecovillaggi come concetto di base sono  delle comunità di selvfoforvalting, secondo il quale le persone devono essere stimolate al fine di poter essere maggiormente coinvolte nei processi decisionali, così da essere più responsabili degli esiti stessi della comunità.

Un soggiorno nei villaggi ecologici, in comunità sostenibile e diffusa, a contatto con verdi spazi è una buona partenza per l’accrescimento dello spirito, spesso ci sono nell’organico gestionale maestri che indirizzano all’integrazione fra l’uomo e l’ambiente, nel rispetto di quest’ultimo e nella crescita spirituale del primo.

Si può prendere parte a seminari, corsi, laboratori. L’accesso spesso è dedicato anche a soggetti che incuriositi o interessati a vivere un’esperienza green. Per soggiornare nei villaggi ecologici, spesso non serve avere particolari requisiti, solo la voglia di partecipare allo sviluppo di un mondo basato su relazioni eque, comunitarie e nel rispetto degli altri.

Ulteriori informazioni sugli ecovillaggi sul sito http://www.terredifavaco.it L’organizzazione Terre di Favaco condivide esperienze, promuove la creazione e sostiene il mantenimento di comunità internazionali realizzate con l’apporto economico e di volontariato dei propri associati.

infuso di foglie di olivo

Infuso di foglie di olivo, i benefici per il corpo e la mente

infuso di foglie di olivo

Conosciuto come toccasana fin dall’antichità, ne parla anche la bibbia. le foglie di olivo contengono l’idrossitirosolo e l’oleuropeina le quali sono responsabili degli effetti benefici sulla salute dell’uomo e serve a proteggere l’olivo dalle malattie e dai parassiti. Continue reading infuso di foglie di olivo

Suggerimenti per riequilibrio del terzo chakra

I suggerimenti per riequilibrio del terzo chakra si indirizzano sull’olio essenziale di bergamotto distillato: MANIPURA

Ma prima facciamo un ripasso generale

E’ un CHAKRA principale che collega due livelli di coscienza: la personalità inferiore radicata nella sicurezza personale e la personalità Superiore che ci apre al contatto con gli altri e alla capacità di stabilire amicizie durature.

E’ situato nel canale del Sushumna all’altezza dell’ombelico, circa 4 dita più su l’ombelico in corrispondenza al plesso solare. Parte fisica associata: il Plesso Solare e il Pancreas, domina fegato, stomaco il pancreas secerne l’insulina e i succhi per la digestione.

Questo CHAKRA determina la nostra identità sociale attraverso lo sviluppo della personalità a cui conferisce la forza di combattere ed affermarsi trovando il compromesso migliore con le convezioni sociali. Continue reading Suggerimenti per riequilibrio del terzo chakra