Categorie

Counter

Ecologia spirituale

Ecologia spirituale è un concetto, complesso e dinamico delle attività intellettuali e pratiche interfacciato da religione e spiritualità, da un lato, e ambiente, ecologia e sostenibilità. Sebbene l’ecologia spirituale ha radici antiche, Animismo, essendo una variante, nel mondo accademico il più importante punto di svolta storica fu l’articolo 1967 a Science pubblicato da Lynn White Jr. In sostanza ha accusato la crisi ambientale sulle interpretazioni di brani prevalenti nella Bibbia come dominio sulla terra. Questo acceso una polemica tra i teologi cristiani e gli altri, e ha generato il relativo campo di eco-teologia.

I principali sviluppi in ecologia spirituale si hanno dal 1990 all’interno del mondo accademico statunitense, dove sono stati generati tra le varie iniziative per una serie di conferenze internazionali e interdisciplinari organizzati da Mary Evelyn Tucker e John Grim presso la Harvard University  Da qui una serie di  libri di rilevanza antropologica, tra questi, il libro sulle tradizioni indigene ed Ecologia a cura di Grim. Degno di nota è anche l’opera di BronTaylor, Encyclopedia of Religion and natur, quest’ultimo innesca il concetto “ecologia spirituale” sottolineando la simbiosi tra  Religione, Natura e Cultura. Citiamo anche la rivista scientifica in questo campo è visioni del mondo: Global religioni, Ecologia e Cultura.

La maggior parte dei ricercatori che seguono le tesi di ecologia storica e di ecologia politica, però, hanno trascurato la religione, forse spesso a causa di qualche personale inclinazione, ideologica o teorica. Eppure, come l’ecologia, la religione risulta più affascinante. La religione è una presenza culturale universale. In ogni società ci sono gradi di religiosità anche tra atei o agnostici di sorta. Inoltre, la religione può essere un fattore potente, se non necessariamente sempre il più potente, nell’influenzare la visione del mondo, i valori, gli atteggiamenti e le azioni comprese le loro conseguenze ambientali pratiche che possono essere adattivo e / o disadattivi.

L’ecologia spirituale è una frontiera particolarmente affascinante e importante per la ricerca scientifica e accademica. Idealmente si può integrare, piuttosto che competere con gli altri approcci come l’ecologia storica e di ecologia politica. E’ anche una richiesta globale atta rispondere ai pratici di problemi ambientali e le questioni del locale ai livelli globali, ha le potenzialità per contribuire in modo significativo sia alla ricerca sull’ecologia spirituale stessa e per un possibile movimento

Comments are closed.